Crea sito

Il nudismo italiano crea disordini

Sono numerose le azioni contro i nudisti che quest’anno hanno deciso di prendersi la tintarella senza veli. Ultimo quello in una spiaggia sul Po a Boretto, Reggio Emilia, dove due uomini si sono presi a schiaffi. Da una parte una giovane coppia di albanesi ma residenti che hanno deciso di fare del nudismo su quelle sponde non frequentate da gente. Ma l’arrivo di famiglie con al seguito bambini ha fatto generare la lite.

A Campomarino di Maruggio, invece,  sono intervenuti la Guardia Costiera, i Carabinieri e la polizia locale che in un bliz hanno sgomberato un usuale campo nudista, dopo numerose denunce dei residenti.  E dire che il sindaco aveva ricevuto da parte dell’associazione Anita una richiesta di normare quel tratto di spiaggia.

A Marina di Massignano, Ascoli, un cittadino fotografa i nudisti e chiama i Carabinieri, i quali intervengono e li sorprendono tra la gente. Sono scattate le sanzioni amministrative.

La voglia di fare il bagno liberi è molto forte per una sempre crescente fetta di società. I fattori favorevoli si possono individuare nella libertà dei vincoli tra le coppie, la diffussione di notizie circa i luoghi ove praticare il nudismo, i gruppi di nudisti sui social e forse anche la recente depenalizzazione del reato “atti osceni in luogo pubblico”. Fattori che hanno ingenerato più sicurezza nel denudarsi in spiaggia e non facendo tenere conto che tale pratica rimane sempre sanzionabile. E poi rimane pur sempre che la maggioranza degli individui non accetta per nulla questa pratica poichè l’associa alla cattiva abitudine di fare sesso sfrenato individuale, di coppia e di gruppo in spiaggia e nei luoghi residenziali, pratica che è la diretta ed inevitabile conseguenza del nudo al sole.

You may also like...