Crea sito

La Costa Azzurra si macchia di rosso

In un articolo delle scorse settimane avevamo scritto di un marocchino francese finito in carcere e che aveva intenzione di fare una strage a Cap D’agde perchè non gli piacevano i nudisti. La strage del 14 luglio a Nizza, tinge di rosso il cuore della Costa Azzurra, e a farlo è un naturalizzato francese che pur vivendo nella libera Francia non ha saputo inserirsi del tutto. Sono i simboli della società francese ad essere macchiati di sangue, dalla libertà assoluta di stampa, dalla libertà dei giovani ad ascoltare qualsiasi musica e a divertisi nei locali, da quello di ammirare i fuochi d’artificio in una città turistica. Una guerra diversa, qualcuno aveva pronosticato, una guerra che colpisce la serenità della società civile, difficile da combattere e comunque con mezzi alternativi. Una considerazione: la libertà non sempre è accolta, ma osteggiata.

 

You may also like...