Crea sito

condivere la nostra sessualità

Sembra fortissima la voglia di condividere la nostra sessualità, sia singola che di coppia o trasgressiva o inusuale, sulla propria pagina di Facebook o Tumbr o Twitter. Un modo per comunicare in questo mondo sordo o una trasgressione sociale? O è un segno evidente di solitudine di contatti reali?

selfie2

Sulle pagine personali non di rado si vedono alternarsi foto del dolce fatto in casa e quella della propria intimità, così senza timore di essere giudicati. Nei precedenti articoli avevamo già scritto della crisi del “naturismo” e del “nudismo” come inteso dei decenni scorsi: oggi siamo forse di fronte ad un fenomeno sociale nuovo? Direi di si. Per i soggetti protagonisti la trasgressione sociale sta proprio nella diffussione consapevole dei propri stati sessuali nei social; diffussione in tempo reale, via cam o chat, consapevole perchè si sa che poi indietro non si può tornare (la foto o il video come tale pubblicato rimane!).  Il loro intento è far diventare ordinaria una comunicazione che per la società attuale è tabù. La loro forza sta nel fatto che  hanno perso i contatti di persone reali in grado di fare da freno inibitore.  Io chiamo questa tendenza sociale “la banalizzazione del nudo e del sesso”; il nudo come semplice fatto reale della vita, senza scandalo, senza paura, con connessi fatti sessuali, anch’essi senza tabù, visti e condivisi da tutti i componenti del gruppo sociale.

Ma la voglia di “famolo strano” come si diceva in film di Carlo Verdone, e direi anche davanti a tutti (virtualmente) quando viene immortalato sui nostri smarthphone e inviato ai gruppi o nelle pagine dei socialnet, ci toglie la privacy perchè la rete non dimentica. Come sicuramente accade dopo la caduta dell’eccitamento ormonale, il ravvedimento vi porterà a cancellare  il vostro account e le vostre foto ma non sarete mai sicuri di aver cancellato proprio tutto. E poi ci sono i vostri seguaci che avranno memorizzato o retwittatto le vostre foto. E che sia proprio questo l’intento di chi vuol far vedere i proprio eccitamento sessuale: immortalare per sempre e comunicare che il vero ed unico scopo dela nostra esistenza è fare sesso perchè l’istinto è quello della continuazione della specie umana?

E’ un fenomeno relativamente nuovo quello della esaltazione del proprio corpo e di metterlo in evidenza, nudo e sensuale con tutte le sue varianti. Adesso rispetto a decenni fa c’è la possibilità di difforderlo contemporaneamente e in modo facile a tutti nel mondo, a persone che non si conoscono. Il fenomeno sociale si innesta con quello di “lasciare una traccia tangibile della propria esistenza”.

Internet ci guarda e ci toglie la privacy, quindi se non siete sicuri di ciò che condividete o immettete in rete, utilizzate solo account anonimi senza riferimenti che possano ricondurre a voi. Meglio quindi Twitter e Tumbr rispetto a Facebook.

selfie di ragazza nuda

 

 

 

You may also like...